Mese: maggio 2015

Un post al sole!

Il mese di maggio è agli sgoccioli…proprio come questa pioggia spero! Qui pioggia – sole e poi sole – pioggia e ancora pioggia… Ma il sole tornerà caldo a splendere e porterà con sé l’estate tanto attesa. Bisogna solo avere fiducia e quindi io oltre agli ombrelli inizio ad aprire gli ombrelloni!! Come quelli di Paola Lenti, talmente belli che li terrei aperti tutto l’anno! Bistrò Azienda leader nell’arredo outdoor e indoor, caratterizza gli ambienti con un mood inconfondibile. Un intreccio di trame dai mirabili colori, crea luoghi accoglienti ed unici. Che dire amo questa azienda! Bistrò – Ombra – Mogambo I parasole Bistrò, con forma piatta o a cupola, e Mogambo, con struttura fissa e rivestimento intrecciato, possono essere “infilati” in Clique, una serie di arredi dalla forma essenziale e organica, con sedute simili a “morbidi sassi” e sottili tavolini, coordinabili ai tanti colori delle trame e della struttura di questi parasole. Mogambo – Bistrò – Ombra E poi c’è Ombra, un parasole bello già dal nome! Due mezze lune che inseguono il sole… Due semicerchi che possono schermare i raggi del …

Punto.

A volte è bello mettere un punto.! Soprattutto se si tratta dei meravigliosi punti della designer belga Charlotte Lancelot SILAÏ, che in hindi significa “appunto” PUNTO., è la sua nuova collezione di arredi per GAN by Gandiablasco. “Questa è una tecnica che la gente conosce, che la avvicina ai ricordi suscitando emozioni” Charlotte Lancelot Infatti ha suscitato emozioni anche in me ed avvicinato subito teneri ricordi… Da bambina, un’amabile signora che è sempre nel mio cuore, mi ha insegnato a ricamare proprio con questi piccoli punti…cercavo di comporre simpatici disegni aggiungendo punti e punti colorati e seguendo con attenzione gli insegnamenti della signora Carmela che mi raccomandava sempre: ”un ricamo fatto bene si vede anche dal retro della tela…” Pur avendo realizzato varie cose con questa tecnica di ricamo, l’ho sempre trovata un po’ classica e non molto vicina al mio gusto. Ma negli arredi SILAÏ, la reinterpretazione di Charlotte di questo ricamo tradizionale, mi è subito piaciuta molto! La designer ripercorre trame del passato rendendole contemporanee e attuali. Una riproposizione a grande scala di punti ricamati su di una …

Whitney…museo e bag!

E dopo il rossetto di Alessandro Mendini per Deborah Milano, ecco la borsa di Renzo Piano per Max Mara! Lo studio Renzo Piano Building Workshop progetta la nuova sede del Whitney Museum of American Art nel distretto Meatpacking di New York, e poi progetta anche la bag per l’inaugurazione del nuovo museo e per MaxMara! Un museo che strizza continuamente l’occhio alla città! Trasparente e accessibile, permeabile e luminoso, un edifico-manifesto di arte che prolunga gli spazi espositivi all’esterno fin sopra le terrazze, per un continuo scambio culturale con la città. Una “pelle” chiara e modulare che avvolge l’edifico così come la bag! (video) Una borsa realizzata in azzurro bianco, con il colore e la texture dell’edificio, l’interno è in rosso per un effetto sorpresa! Un’edizione limitata e numerata di un accessorio di moda e design creato in sinergia con MaxMara, che dal 2013 è partner del Whitney Museum. Una bag che la nota casa di moda propone anche in altre dimensioni e colori, un chiaro esempio di come l’arte, l’architettura, il design possono essere …

Colora un sorriso!

Milano Design week + EXPO’   Mi piacciono le fusioni, le commistioni, le unioni…di spazi, di forme, d’idee… e mi piace quando i diversi campi e le diverse competenze si uniscono, collaborano, condividono un obiettivo, un progetto, raggiungono un risultato. Ho trovato bello e simpatico il “ROSSETTONE” che la Deborah Milano ha installato in occasione della Milano Design Week presso il giardino dell’Università degli Studi di Milano. Nell’anno dell’Expò, il famoso brand di make up in sinergia con l’architetto e designer Alessandro Mendini, propone la Water Effect Collection, una collezione di make up e design, in edizione limitata, dedicata alla bellezza femminile e all’acqua, fonte di vita per il pianeta. Mendini ripropone il rossetto in grande grandissima scala! Cilindri metallici si sovrappongono fino a raggiungere gli otto metri di altezza e sul mega packaging allegro e colorato sbocciano fiori su di un fondo azzurroverde. La creatività dell’architetto trasforma il fiore logo di Deborah Milano in una ninfea galleggiante, che proprio dall’acqua e nell’acqua prende vita, e va a personalizzare questa “acquatica collezione”! Possiamo quindi avere …